Cristina Zanella - gruppoartistidellasaccisica

Go to content

Main menu:

Poetry
[image:image-0]
Nata a Piove di Sacco (PD) nel 1976, è sposata e mamma di tre figli: Enea, Eria ed Ezra. Vive a Sant’Angelo di Piove. Scrive poesie e pensieri quotidiani da quando era bambina, la definiscono “una poetessa sospesa”. Il suo sogno è di poter pubblicare un libro e dedicarlo a suo padre che ora la guarda dal cielo. Le sue poesie non hanno titolo ma data.
Il mare è presente in molti suoi versi. Le sue poesie sono istantanee.

 



_____works___________________________


                        
 
21/12/13 ore 7.52
 
 
non posso nascondere i pensieri
 
sono fili argentei…
 
brillanti sogni al risveglio.
 
Profumi di libero sfogo.
 
Fantasie di selvaggi-e corse
 
Nudi di noi…
 
Senza lo sguardo di parole…
 
Aspettami ancora…
 
Segno di alchimia cosmica…
 
Tu io…
 
Verso dove
 
 
 
 
22 settembre 2014 00.29
 
 
Nuda…
 
se dovessi togliermi questo vestito leggero…
 
tra infiniti azzurri e blu cobalto…
 
spolverata di cristalli di sabbia lucenti di sole…
 
le parole sono onde che si infrangono urlando…
 
Come…
 
Concerti infiniti…
 
Non toglierò questo vestito leggero…
 
Dovrei ma…
 
Resterò felicemente…
 
Nuda
 
 
 
27/11/08
 
 
Ti guardo nell’azzurro di noi
 
tu rifletti su me
 
ed io
 
Immenso e senza fine
 
rifletto su te…
 
a volte c’incontriamo
 
quando
 
un uragano
 
ci lega assieme
 
così
 
come
 
una tempesta tropicale
 
che nel suo addio
 
provoca danni
 
devastanti
 
e invalidanti
 
…ma lo sguardo
 
si perde
 
in tanta luce e frenesia
 
tu sei il mare
 
ed io il cielo
 
…vento e passione
 
in questo raro amore
 
 

 
28/10/14 ore 17.41
 
 
…sabbia bianca…corallina…
 
qualche sdraio solo e nudo…
 
e il mare calmo…azzurro
 
che suon le onde al vento
 
…l’orizzonte netto
 
…nuvole blu cobalto
 
…e cielo conteso di bianchi e grigi
 
come pennellate sospese
 
…musica di uccelli felici e innamorati…
 
in una cartolina che profuma di
 
lime-rum e foglie di menta
 
…l’anima ride tra fratelli
 
 

 
16 luglio 2015 ore 13.00
 
 
…Fili di ferro orizzontali…
 
Statici irremovibili…
 
Speravamo ancora di poter posare noi
 
in quella panchina avvilita…
 
Lei c’è tu non più…
 
La fisso come se mi potesse dire tanto…
 
Ma non posso che farmi avvolgere da…
 
Una malinconia PAPA’…
 
Un volo di colombi mi distrae…
 
E tutto passa…
 
Ancora…
 
 
 
23 maggio 2015 ore 06.46
 
 
Salsedine nel vento volteggi…
 
Lasciando traccia…
 
Tracce…
 
Inespresse parafrasi di armonie compiute…
 
Come sento quel sale…
 
Di mare…
 
Di te
 
 
 

 
29 ottobre 2013
 
 
Ti guardo camminare in un tappeto di corallo
 
EZRA
 
Imiti come un pappagallo esotico
 
la nostra vita
 
Danzi nuda, sinuosa
 
come un arpa e le sue corde
 
Sorridi, con le labbra carnose d’amore,
 
e… alzando le tue piccole spalle
 
fai scivolare oltre l’ignoto
 
ogni nera impercettibile negazione
 
Sarà/Credo che
 
annusando il tuo battito
 
posso capire che vivo
 
sentendo il tuo cuore
 
posso sapere che vivo
 
sfiorando i tuoi piccoli passi
 
posso viverti
 
camminando insieme
 
…amandoci

Back to content | Back to main menu