Rina Carli - gruppoartistidellasaccisica

Go to content

Main menu:

Poetry

[image:image-1]organizza e tiene laboratori di poesia, dizione, lettura espressiva, rassegne di gruppo. Partecipa a reading individuali presso biblioteche e sedi di associazioni culturali; è stata ospite in trasmissioni radiofoniche e televisive del Veneto con letture e opinioni. Alcuni suoi testi compaiono in diverse antologie di premi letterari nazionali nonché nei Quaderni di poesia della Saccisica. «Sono da sempre convinta che tramite la parola poetica passi il linguaggio più alto della cultura e della letteratura insieme a messaggi di vita belli e costruttivi. C’è sempre ad attenderci il dolce rifugio poetico dove il pensiero può danzare libero e unico».
Opere edite: Tempi di corallo (Eurocrom, 2006), Scarmigliati accordi (Cleup, 2010), Il lungo viale delle mimose (Il Leggio, 2011), Myosotis (Alfiero, 2011), In forma di canto (Alfiero, 2011), Segno e fuoco (Alfiero, 2012), Impressioni (Cleup, 2013), Cetre marine (Alfiero, 2013).



_____works______________________________________
 


    

       Ieri

una lacrima
come tenera pioggia
dai riflessi d’oro pallido,
una goccia di diamante
  viva
spuntata tra le palpebre,
un sogno di luna
al sorgere della notte,
ha spiccato il volo.
 (da Tempi di corallo)



Senza scroscio,
come fiotto di sorgente
guadando il passo
si lascia al torrente,
così disciolti
i moti del cuore
nella mano del tempo
ho racchiuso,
e sillabe di matita
e la parola lieve
ho tinto
di rosso corallo.
(da Tempi di corallo)

      
      Corteo (estate)

E il passo
alzato
sulla stagione
dei papaveri
muove
quanto
il galoppo infrenato
verso praterie
senza confine.

Il soffio è fecondo,
tra i freschi luoghi
della gioia approda
e nel corteo
degli arcobaleni
coglie
il magico frutto.
 (da Scarmigliati accordi)


      Un altro passo

Rimane un filo segreto
assente dal frastuono
dell’ora, fatto di voci
cose sognate
coccolate
al focolare del tempo.

Il sussurro del giorno
ha un altro passo, va
placato dall’aurora
là dove si fondono
armonie di suoni
ad istruire l’udito
come sa il mastro liutaio
che ascolta e trae, paziente,
il tocco cristallino
il fremito dell’onda
e il solfeggio dell’anima.
 (da Scarmigliati accordi)



Con le briglie
sciolte nel vento

scalpita
secondo dopo secondo
la giovinezza

non teme il morso del tempo
la vita
gioca i suoi mattini

onda che va.
 (da Il lungo viale delle mimose)



Indugia
il pensiero
sui rami
della natura,

lo spirito
s’imbeve
d’ebbrezze
e profumi.

In quelle voci
convive
tutta la poesia
degli Universi.
 (da Il lungo viale delle mimose)

Back to content | Back to main menu