Susanna Zancanaro - gruppoartistidellasaccisica

Go to content

Main menu:

Poetry
[image:image-0]Susanne Zancanaro was born in France and she partly grew up near Paris. She arrived in Piove di Sacco (PD), Italy, in 1973 and she still lives there. She graduated at Padua  University with a thesis about a twentieth-century poet.
At the moment she is teaching French in a secondary school.
She started writing following a new inspiration in 2008 and her work was published in the Armenian magazine “Akhmatar”. In 2013 she joined the group “Artisti della Saccisica” and she participated in their 24th “Quaderno di Poesia”. The following year she realised “Promenade in piccolezza nella Natura”, a white book of short stories for the collective exhibition by R. Pittarello, and “Vivo Elemento”, her first production as single writer. In February 2015 she was introduced with an article by U. Marinello in the monthly review about Veneto culture “Quatro Ciàcoe”. At the moment her second collection of poems “Fiori e fiocchi di neve” is being printed.

 _____poesie___________________________


 
La vita inclusiva
 
Quanta vita si muove in me, Padre,
vita per essere, per fare
proporre, inventare, sperimentare
vita che è energia e relazione
chiamata ad andare avanti
avanti assieme ad altri
con idee, intuizioni
e desiderio di trovare soluzioni;
vita che si propaga
in risonanze sempre più ampie
sempre più vicine
sempre più lontane
perché adesso sento e so
che la Vita vera è inclusiva
e non lascia indietro nessuno
supera esclusioni e divisioni
e nelle differenze e nelle somiglianze
accoglie, accetta e tutela ognuno
per il diritto al proprio canto.


                                                                                           “La chaleur du cœur
                                                                                         empêche nos corps de rouiller”[1]
                                                                                                                Marie de Hennezel


______________________
 
 
 
L’abbraccio
 
Desidero abbracciarti
per abbracciare me con te,
stringerti al petto
anche se in difetto
perché proteggo ancora
dal mio dolore,
il cuore;
desidero abbracciarti
adesso, per incontrarti
e dirti con slancio
il mio affetto
darti il mio calore
nonostante non senta ancora
i battiti ritmati del mio cuore;
e desidero offrire me
con occhi lucenti e sorridenti
in questo abbraccio a te
per magnificare insieme
il momento di reciproca libera Vita
che respira e si apre felice
all’abbraccio pieno, totale,
dell’umano vero ed universale.
 
                                               [1] Il calore del cuore preserva i nostri corpi dalla ruggine


___________________


 
“Donne in cammino”[1]
 
Nel deserto di dune sabbiose
un Soffio
trasforma volti sconosciuti
scompiglia capelli
muove lunghe vesti:
sono donne in cammino
dritte, con il loro coraggio
che risolleva chi ancora cade.
Spose, madri, figlie, sorelle
consapevoli di una maledizione
ma pur sempre fiduciose
nel loro destino da tracciare.
Tutte avanzano
e ognuna sa
che la sofferenza attraversata
lascerà anche più forza
per pienezza di vita
a fatica conquistata
con la propria umanità
feconda
del semplice amore
dell’essere donna.
 
                      [1] Poesia suscitata dalla serie di dipinti di Isa Stella “in cammino” e
                dalla lettura di “La Masseria delle Allodole” di Antonia Arslan




______________________


 
Reporter                                                                 ai 110 giornalisti uccisi nel 2015
 
Sul terreno pietroso
dell’arida steppa
mi sono fermato
ad incontrare uomini
che non parlano la mia lingua
ma spezzano con me il pane;
sono armati
ed io, solo testimone
cronista, giornalista,
scomodo per quelli
ancora prezioso per loro.
Scriverò della vostra lotta
con paura incollata alla pelle
cercando di conoscere il mio rischio
ed accettarlo con prudenza ed intelligenza.
Per me, conta la verità dei fatti
e questa gente
senza barlume di pace.
Ma oggi, il mio articolo
non arriverà al giornale:
sono caduto, colpito
in mezzo al fuoco incrociato.


 _________________________



Le parfum des pommes cuites
 
C’était la veille de Noël
et comme plusieurs familles
on voulait s’offrir
quelque chose de bon à manger
pour la soirée.
Nous étions allés à Étampes
faire des achats,
ensemble et gais
dans une atmosphère de fête;
puis à la maison, l’attente passionnée
et les préparatifs pour le diner.
L’heure passait lentement
et soudain la voix chantante de ma mère:
“A table!”
Alors vite à savourer les mets chauds
à la fois moelleux et parfumés
dans les beaux plats colorés du dimanche.
Le bonheur était là
autour de la table,
papa, maman, mon frère et moi
avec un essentiel repas:
boudin blanc truffé
et compote de pommes dorée;
mon père, patient et méthodique
dégustait, calmement, des huîtres

 

_______________________

Profumo di mele cotte
 
Era la vigilia di Natale
e come molte famiglie
ci piaceva regalarci
qualcosa di gustoso da mangiare
per una diversa serata.
Eravamo andati a Étampes
a fare alcuni acquisti
tutti insieme, contenti
in un’atmosfera festosa;
poi a casa, l’attesa appassionata
con i preparativi per la cena.
L’ora trascorreva piano
e ad un tratto, la voce soprano di nostra madre:
“A tavola!”
Allora presto ad assaporare il pasto caldo
goloso e profumato
nei piatti colorati delle feste.
La felicità era lì
attorno ad un tavolo,
papà, mamma, mio fratello ed io
con una cena essenziale:
salsicce bianche tartufate
e mele cotte ben dorate;
mio padre, paziente e metodico
degustava, piano, delle ostriche.
 

               
 
                                  








________________________
         La scala melodica     G. Donolato


















________________________
                   Abbraccio - A.Felpati















________________________
             In cammino 10 - I.Stella

























________________________
               Nella bufera  - E.D'Agnolo











































________________________
                    Natura morta con dipinti - F.Daberdaku
<
>
  Tel. 049 97 00 184                 susannazanca@gmail.com
kkkkkk
Back to content | Back to main menu