Umberto Marinello - gruppoartistidellasaccisica

Go to content

Main menu:

Poetry

[image:image-0]

 
_____poesie______________________________________



In politica la linea più breve è quella curva

Se perdo al referendum me ne vado.
Anzi no, si voterà il diciotto:
fosse pure un insuccesso col botto,
vi pare che attraverserei il guado?

Lo sapevo quando ho gettato il dado:
pagare d’una sconfitta lo scotto?
Ascoltare chi vuol mettermi sotto?
Mica son ridotto allo stato brado!

Sconfitte ne ho collezionate tante,
che mi cale se ’sto partito affonda?
M’hanno forse scambiato per Atlante?

Per restare sulla cresta dell’onda
cambierò idea non si sa quante
volte. E’ la politica: rotonda.




Per il referendum

E rieccolo il ponte sullo stretto!
Più grosse le spari più voti acchiappi.
Non ti curi punto se adesso strappi
quello che in passato hai pur sempre detto.
                            
L’Italia, colabrodo netto netto,
non si risana con piccolo tappi
e prima ch’altro disastro ci scappi
urge un progetto allo scopo diretto.
Ma il nostro premier ha altro per la testa:
il referendum vuole conquistare
e temendo che la protesta l’investa
è la destra che vuole accalappiare:
forse è proprio sul ponte che s’innesta
un’alleanza che lo può salvare.

Propaganda

Primo bilancio per i mille giorni:
vedete quanto bravo sono stato?
Vi do un Paese miracolato.
Mi pare che sia giusto che vi aggiorni.

Si dice però che il conto non torni:
basterebbe sentire un pensionato,
pensare alla sorte d’un esodato.
O che sia il caso d’avviarli ai forni?

Quante chiacchiere nel nome del fare!
Ma sei certo d’avere fatto bene?
O pensi proprio che basti cambiare?

Lavoro e scuola ne scontano le pene
e lo zero virgola non può portare
a fare cavalcare un PIL che tiene.

Il lupo perde il pelo…

Chi pensava che più che di vittoria
si trattasse di liberazïone
male ha usato la propria ragione:
or si ripete la solita storia.

Il ragazzo non rinuncia alla boria:
la batosta non è una lezione,
sta ricompattando la sua legione.
Però ogni salmo non finisce in gloria.

Dopo tanti “stai sereno” ci sarà
ancora chi crede a un cambiamento?
Non facciamoci illusioni, per pietà!

Volete solo un semplice memento?
“Cambio mestiere, con serenità”.
Ma ora pare non sia giunto il momento.




bbbbbbbbbbbbbbbbbbbbb



Back to content | Back to main menu